IL TEST SALIVARE ORMONALE

Il Test Salivare Ormonale, per gli ormoni sessuali, va ad analizzare lo stato e il dosaggio nell’organismo di:

  • Estradiolo
  • Estriolo
  • Progesterone
  • Testosterone
  • DHEA
  • Coltisolo

 

Perché un Test Salivare?

È il metodo migliore per il dosaggio degli ormoni sessuali ed ha un’affidabilità superiore a quella dei consueti esami del sangue.

Nella saliva compaiono solo gli ormoni non legati e attivi, che sono in grado di interagire, quelli rilevanti per la terapia.

Per questo il test della saliva è più affidabile, meno complicato e più preciso per determinare il dosaggio degli ormoni steroidei (Cortisolo-DHEA-Estrogeni-Testosterone-Cortisolo) e consente di misurare anche le più piccole alterazioni.

A seguito dei risultati ottenuti se necessario potrebbe essere consigliato l’utilizzo di Lipogel cutaneo a base di Ormoni Naturali Bioidentici (Progesterone e/ o Estriolo, a seconda del bisogno). Tali preparati sono realizzati da una specifica Farmacia con la quale collaboro (che consegna in tutta Italia) e necessitano di prescrizione medica.

Se si inizia un trattamento con gli Ormoni Naturali Bioidentici è necessario ripetere il Test dopo 3-4 mesi per valutare se e come si dovrà procedere.

Se il trattamento è necessario e consigliato a lungo termine, il Test Salivare andrà ripetuto successivamente ogni 6 mesi circa.

Il test salivare è consegnato e realizzato da un laboratorio italiano col quale collaboro.

 

Approfondimento sul Test Salivare

Gli ormoni vengono prodotti nelle ghiandole, dopodiché il flusso ematico li trasporta alle rispettive destinazioni. Per raggiungerle, gli ormoni steroidei, che sono grassi poiché derivano dalla molecola lipidica colesterolo, hanno bisogno di un “mezzo di trasporto” che consenta loro di nuotare nel sangue “acquoso”.

Se effettuiamo un prelievo di sangue per stabilire il dosaggio ormonale, il risultato sarà la somma di tutti gli ormoni: verrà rilevata la presenza sia di quelli liberi, in grado di interagire, sia di quelli legati al “mezzo di trasporto”, che per via di questo legame non sono attivi.

Per la terapia però sono importanti solo gli ormoni liberi, che si trovano nella saliva.

Gli esami del sangue quindi non permettono di stabilire con totale precisione il fabbisogno ormonale dell’organismo, perciò si procede anche al dosaggio dei “mezzi di trasporto” presenti, per poi calcolare quanti ormoni in forma libera dovrebbero esserci. Questi ultimi sono gli ormoni attivi nell’organismo in quel momento. Un esame estremamente complicato, e per giunta impreciso, dato che ci sono diversi “mezzi di trasporto” che non possono essere conteggiati.

Ne consegue che nel sangue è possibile diagnosticare con sicurezza solo alterazioni ormonali da molto grandi a grandi, e questo potrebbe essere uno dei motivi per cui si prescrivono cure a base di elevate dosi di estrogeni.

Nella saliva invece compaiono solo gli ormoni, e tutte le più piccole loro alterazioni, non legati e attivi, che sono quelli rilevanti al fine di stabilire uno squilibrio ormonale.